TORRE DEL GRECO - 2007

22-07-2007

TORRE DEL GRECO DUE VOLTE CANOTTIERI

 La Canottieri Napoli coglie un doppio successo nell’eccellente prima edizione dell'Aquathlon di Torre del Greco, valido come Campionato Campano su distanza sprint: Carmine Rozza e Consuelo Ferragina vincono con due “storie” abbastanza diverse. La cronaca della giornata: in perfetto orario partono i due aquathlon kids, cuccioli ed esordienti, poi ragazzi e cadetti terminano le rispettive distanze: Vincono tra i cadetti Raffaele Madaio (Canottieri Irno, 5° quest’anno agli Italiani di Lignano) davanti a Vittorio Cuomo (Canottieri Napoli) e Mariachiara Alla (Fiordaliso) allo sprint su Zaira Cammarota (Canottieri Napoli) che si aggiudica il titolo regionale al suo promettente debutto. Alle 18 parte la gara sprint. Dopo i primi 1500 metri di corsa un terzetto è in testa: Rozza, Russo e F. Pisano, un under 23 e due allievi, tutti della Canottieri Napoli, poco dietro Pasquale Castaldo (Napoli Nord M.) poi il gruppo. Tra le ragazze cambia prima la Ferragina (C. Napoli) davanti alla De Vito (Ermes), quindi la Stabile (Napoli Nord) e la favorita Farace (C. Irno). Nella frazione in acqua si assiste all'inatteso colpo di scena: Carmine Rozza stacca i due compagni di fuga e mantiene 30” di vantaggio in T2. Carmine Rozza amministra nell'ultimo km e vince in 15’57”, subito dietro la bagarre, secondo e terzo due allievi Carotenuto (16’46”) e Russo (16’56”), quindi i due fratelli Pisano, Giovanni (junior)e Francesco (allievo), sesto e settimo gli esperti Luciano Scaglione (C. Irno) e Antracite Lignano (Forum). In campo femminile la Farace mantiene il vantaggio e chiude prima in 18’38”, davanti a Ferragina (18’57”), De Vito (19’30”) e Cammarota (22’20”). Subito dopo il traguardo la Farace si autodenuncia ai giudici, in T2 ha erroneamente preso pettorale e scarpe di un'altra atleta Ela Stabile della Napoli Nord. Scatta la squalifica della Farace per “mancato utilizzo del proprio