DUATHLON - CAMPIONATI ITALIANI DI SOCIETA'

CASCINA - PISA -22 MARZO 2009

ERMES CAMPANIA 2 ARGENTI ED UN BRONZO

Contrariamente ad ogni ottimistica previsione è una bella giornata quella di domenica 22 marzo a Cascina, il percorso podistico prevede due giri di 2,5 km di corsa che si sviluppano nel centro del paese, un giro di bici di 10 km e un giro finale di corsa di 2,5 km con arrivo in corso Matteotti d'avanti alla sede comunale. Dal Sud e dalla Campania ci sono il Centro Ester di Barra, il Sorrento Triathlon, la Canottieri Irno (SA) e la Ermes Campania di Torre del Greco a contendersi la difesa dei colori del Meridione. Ancora una volta è la Ermes a primeggiare conquistando ben tre medaglie, 2 argenti e un bronzo; Anna Maiorano, seconda cat. Allieve, Manuela De Vito, seconda cat. S2 e Ida Custodero, terza cat. M3.

La gara maschile parte alle ore 12:30 con 2 minuti di vantaggio su quella femminile, dopo grandi battaglie e gruppi compatti fino alla fine taglia il traguardo primo assoluto Alex Ascenzi (Fiamme Azzurre), secondo Gabriele Roggero (Junior Tri Asti) e terzo Alessio Picco (T.D. Rimini). In campo femminile a trionfare è Maria Pezzarossa (Cus Parma Medel), seconda Martina Contorni (Jhonny Triathlon), terza Silvia Serafini (T.D. Rimini). Per la Ermes in campo maschile è da sottolineare la buona prestazione di Maurizio Columbro che, pur non attraversando un eccezionale periodo di forma, è il primo al traguardo della spedizione tornese; Antonio D'Ambrosio, veterano sempre affidabile, chiude un'ottima gara con un piazzamento dignitoso; Giuliano Trematerra è il migliore dei torresi nella frazione ciclistica ed è in buona ripresa in quella podistica dopo lunghi problemi di pubalgia; Gennaro Di Marino effettua due belle frazioni iniziali, poi, stremato, tira i remi in barca nell'ultima frazione di corsa; Adriano Vasaturo, infine, pur effettuando una buona prestazione podistica e un dignitoso tempo finale, non riesce a spingere al massimo nella frazione ciclistica per problemi di bici. La ciliegina sulla torta della spedizione tornese è senz'altro la spiegazione storica del sabato sera effettuata dall'atleta D'Ambrosio che, dando il meglio di se, descriveva in modo impeccabile le mura di Cascina con la loro offendicula (foro nel muro) e dando prova a tutta la squadra che la Ermes è anche cultura.
Alla luce di questi risultati per la Ermes Campania l'inizio della stagione agonistica è più che buono.