Aspettando la Capri - Napoli: seconda puntata.

Nella splendida cornice del golfo di Napoli si è svolta, domenica 27 giugno, la prima edizione dell’Aquathlon Capri Napoli, evento che ha anticipato l’arrivo degli atleti della Maratona del Golfo Capri Napoli, prova di Coppa del mondo di nuoto di fondo su distanze superiori ai 10km.

Per tutti i presenti - atleti, accompagnatori, turisti e … bagnanti – lo scenario che li accoglie è uno dei più belli al mondo, anzi, oserei scrivere, è, oggettivamente, il più bello al mondo. L’aria limpida, dovuta alle particolari condizioni meteo, dava l’impressione, a chiunque, al solo indicare di poter toccare l’isola azzurra mentre alle loro spalle la splendida Napoli li avvolgeva con il suo pieno di storia e di leggende ponendo da un lato il suggestivo Castello dell’Ovo e dall’altro il promontorio di Pausylipon.

L’inizio della gara è alle 15.00 presso la rotonda Diaz lungomare Caracciolo. E’ un aquathlon sprint, 1.5km di corsa sul lungo mare, zona cambio sulla spiaggia in mezzo a “incuriositi” bagnanti, 750m di nuoto, e 1.5km finali sempre di corsa e sempre sulla Caracciolo ben chiusa al traffico. Al blocco di partenza si vedono molti fra i “tri-atleti e non” più rappresentativi della Campania. La Ermes dà il suo solido e solito contributo sia in campo maschile che femminile presentando al blocco in ordine di memoria e di sbirciatina alla starting list Salvatore Barbieri, Calvino Daniela, Cerqua Ciro, Giamundo Angelo Antonio, Milone Vincenzo, De Vito Manuela e gli amatori Moriello Vincenzo, Terracciano Massimo e De Stefano Fabrizio.

Lo svolgersi della competizione è attraente per le sue caratteristiche – il susseguirsi delle tre frazioni - ed emozionante per i nostri colori che in campo femminile la fanno da padrona mentre in campo maschile conquistano buone posizioni tenendo conto della poca esperienza maturata in questa disciplina. In campo maschile i favoriti partono forte e subito allungano sul gruppo inseguitore che man mano che si avvicina alla zona cambio si sgrana. In acqua capisco ben poco di quel che accade ma all’uscita riconosco primi fra i nostri Enzo Milone seguito a poca distanza da Ciro Cerqua, esperto nuotatore, e poco dopo vedo tutti gli altri. All’arrivo le posizioni dei nostri restano invariate ottenendo nel complesso una buona prestazione. Da sottolineare è la prova di Salvatore Barbieri che conquista il primo posto di categoria.

In campo femminile null’altro si può aggiungere al bel resoconto fatto nella prima puntata se non rifare i complimenti (i primi li ho fatti dal vivo) alla bella prestazione realizzata dalle nostre due atlete (1° e 2° posto assoluto).

Bravi, bravi tutti.